Cronaca

Campania – Operazione “Wrong Smoke”, sequestrati 3 quintali di sigarette di contrabbando

Lotta al contrabbando di sigarette. Sembra essere ritornati indietro negli anni quando il fenomeno era radicato e diffuso in Campania. Oggi appare in forte ripresa, sopratutto nell’area partenopea, dove i flussi di sigarette transitano e arrivano sul mercato illegale. La Guardia di Finanza campana ha impegnato oltre 100 pattuglie per reprimere la vendita abusiva di sigarette. L’intera regione è stata posta a setaccio nell’ambito dell’operazione ‘Wrong Smoke’. Attenzione particolare è stata posta in provincia di Napoli, nell’Agro nocerino-sarnese, e nei comuni del casertano, denunciando 157 contrabbandieri e togliendo dal mercato 3 quintali di ‘bionde’.

Scoperto a Poggiomarino anche un laboratorio per la distillazione abusiva di alcolici, dotato di 2 alambicchi, con cui aveva prodotto circa 200 litri di grappa. Il Laboratorio era gestito da un 55enne che deteneva anche una decina di chili di sigarette.

L’operazione ha confermato che i flussi illegali di tabacchi, provengono da Moldova, Romania, Bulgaria e Ucraina. Una strada illegale portata avanti da soggetti originari dell’est Europa, ed elementi della paranze napoletane che si sono stabiliti in queste nazioni.

Dall’inizio dell’anno ad oggi sono state sequestrate oltre 30 tonnellate di sigarette, denunciati 1402 responsabili, 67 dei quali tratti in arresto, e sequestrati 50 automezzi utilizzati per il trasporto, 18 immobili utilizzati come depositi.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Close