Politica

Campania – Incontro in Regione sui poli formativi

Questa mattina gli assessori alla Formazione e Lavoro, e all’Istruzione Severino Nappi e Caterina Miraglia hanno incontrato i capofila dei 96 Poli formativi della Campania. Al centro dell’incontro, la definizione del percorso di attivazione delle misure da realizzare all’interno delle compagini costituite.

Il cronoprogramma delle attività prevede, infatti, che entro il 30 aprile, i Poli abbiano concluso gli atti formali di costituzione necessari per avviare gli incontri bilaterali con la Regione, sulla base dei criteri e degli standard definiti dalla Regione stessa, che saranno resi noti nei prossimi giorni. I Poli costituiti in Campania sono così suddivisi per comparto:

  1. Agribusiness (agroalimentare, enogastronomico, turismo e beni culturali, teatrale e musicale): 36
  2. Costruzione abitare (filiera energia, ceramica artistica, costruzioni ed efficienza energetica): 15
  3. ICT: 10
  4. Meccanico e packaging (meccanica e meccatronica): 9
  5. Moda (calzaturiero, orafo, tessile): 12
  6. Sanitaria (sanità, biotecnologie industriali e ambientali): 3
  7. Trasporti e logistica (aerospazio, economia del mare, trasporti ferroviari e logistica): 7
  8. Trasversale (finanziario assicurativo): 4

Hanno aderito al progetto 56 Poli in provincia di Napoli, 15 in provincia di Caserta, 10 in provincia di Salerno, 9 in provincia di Benevento e 6 in provincia di Avellino. Alcuni di essi si sono costituiti in maniera trasversale e insistono su più province. “Sono molto soddisfatto dell’incontro tenuto stamattina – sottolinea l’assessore al Lavoro e Formazione Severino Nappi –  anche per la straordinaria partecipazione.

I Poli formativi saranno il volano attraverso il quale, in Campania, potranno partire nuovi progetti e il laboratorio della Youth Guarantee. Abbiamo puntato su di loro in maniera massiccia, non solo a livello finanziario. E’ un investimento culturale sul mondo della formazione, per troppi anni simbolo della mala gestione delle risorse europee.” “Confido – dice l’assessore all’Istruzione Caterina Miraglia – nella straordinaria qualità del corpo docente e dell’imprenditoria sana della Campania. Sono certa che scuola e mondo del lavoro assieme potranno riportare la Campania ai livelli di eccellenza.”

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close