Politica

Campania – Consiglio: dopo la pausa estiva ripresi i lavori

Dopo la pausa estiva, il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Paolo Romano, ha ripreso i propri lavori approvando diverse proposte di legge.

In primis, l’Assemblea ha approvato con 27 voti favorevoli e il voto contrario dei consiglieri del Pse, Gennaro Oliviero e Gennaro Mucciolo e di Centro Democratico, Anita Sala e Dario Barbirotti, la proposta di legge “Modifica alla legge regionale n. 26 del 9 agosto 2012 – Norme per la protezione della fauna selvatica e disciplina dell’attività venatoria in Campania”, su iniziativa del consigliere regionale dell’Udc e presidente della VIII Commissione permanente, Pietro Foglia. Essa adegua la legge regionale n. 26/2012 ai rilievi formulati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri al fine di garantire certezza del diritto e tutela del legittimo affidamento del mondo venatorio.

Proseguendo nell’ordine dei lavori, il Consiglio ha approvato all’unanimità la Deliberazione legislativa relativa alla Legge regionale “Promozione e sostegno alla editoria libraria e informazione locale” che garantisce le risorse economiche a copertura del fondo speciale previsto dalla legge regionale approvata all’unanimità dal Consiglio il 10 gennaio 2013. Tale legge, derivante dalla unificazione delle proposte delle consigliere Angela Cortese (Pd), che ne è stata relatrice in Aula, Sandra Lonardo (Popolari Udeur), insieme con il capogruppo Ugo De Flaviis, e dell’assessore regionale Caterina Miraglia, prevede la concessione di contributi per l’editoria libraria locale, per gli interventi di piccola editoria, forme di contribuzione per la gestione delle emeroteche locali e di sostegno alla informazione locale, al fine di promuovere lo sviluppo della piccola imprenditoria locale e del territorio.

Il Consiglio ha, poi, approvato all’unanimità il disegno di legge  “Disposizioni in materia di trasparenza amministrativa e di valorizzazione dei dati di titolarità regionale” a firma degli assessori regionali Guido Trombetti e Pasquale Sommese, che disciplina i cosiddetti “Open data” (dati aperti) per la trasparenza, la conservazione, la valorizzazione e la riutilizzabilità dei documenti e dei dati pubblici di cui  la Regione Campania è titolare o da essa detenuti in modalità digitali.

A questo punto dei lavori, il capogruppo del PdL Gennaro Nocera ha chiesto all’Aula, per impegni di carattere politico istituzionale del proprio partito, di rinviare i restanti punti iscritti all’ordine del giorno alla seduta consiliare che si terrà la prossima settimana. Pertanto, alla luce del dibattito consiliare e della prassi consiliare consolidata, il Presidente Romano ha sciolto la seduta e ha rinviato le decisioni sul prosieguo dei lavori alla Conferenza dei Capigruppo di lunedì prossimo.

Nella seduta odierna, il Consiglio ha anche preso atto, quale mera contezza ricognitiva e senza deliberazione alcuna, delle decisioni giurisdizionali relative alla posizione giuridica del consigliere regionale Roberto Conte per effetto delle quali sono venute meno le cause di sospensione ed è stato riammesso nella carica.

Tags

Articoli correlati

Close