EccellenzaVN Calcio

Calcio – Area vesuviana: il “valzer” delle panchine

Sono quasi sempre i primi a pagare quando le cose non vanno, protagonisti di un valzer, quello delle panchine che ora più che mai, in piena fase mercato, fa traballare il terreno sotto i piedi. Organici che si apprestano ad essere rinnovati c’è chi si gode la tranquillità del buon percorso fatto e chi, complice i risultati, non può non temere il cambio casacca. Valzer delle panchine che, per i campionati regionali, non ha lasciato indenne la vasta area vesuviana; tra gli ultimi a farne le spese mister Peluso, non più alla guida della Mariglianese, rimpiazzato da Alessando Cagnale, 11 punti in 12 partite e stazionamento in zona playout a decretare il cambio

Ultimo, in ordine di apparizione di una storia lunga che tocca anche la città dei Gigli. Dopo la parentesi Pompilio Cusano, fu accolto con entusiasmo a Nola l’arrivo di Stefano Liquidato, da montagne russe il percorso in stagione con prestazioni di livello, primo affondo verso la parte alta di classifica, poi la stasi ed i risultati che, a fronte di buone prestazioni, sono stentati ad arrivrare. 13 al momento i punti in graduatoria, nel mercato la chiave per provare a risalire la china.

Coast to coast di classifica per Aldo Papa alla guida della Palmese; una piccola impresa quella del tecnico subentrato in corsa, con un deciso cambio di passo rispetto a prestazioni e punti della squadra, ora a caccia dei playoff, certezze e convinzioni riscontrate nella buona prestazione casalinga contro la prima della classe Agropoli.

Obiettivi ed aspirazioni diverse ma progetti che proseguono nella serenità, in Promozione, quella di San Vitaliano e Rinascita Vico, a confronto nell’ultima giornata di campionato; panchine solide quelle di mister Santonastaso e Sanchez, in linea per risultati con i programmi societari, classifica che fa ben sperare il Vico che continua a confermare gli ottimi presupposti di principio stagione. Una vittoria nel recupero di domani contro il Marcianise, potrebbe garantire alla formazione di Sanchez la terza piazza in compagnia del Cimitile di Natale Minichini, altra grande conferma di stagione per quanto mostrato sul campo.

Segnali positivi che si sono visti anche a Somma Vesuviana, scelta di cuore quella del tecnico Carmine Raia, espressione del territorio. Nel legame con la maglia la chiave per una salvezza tranquilla.

Non è bastato lo spettacolo a Baiano, squadra che ha abituato tifosi ed appassionati alle impensabili rimonte del team di mister Galluccio. Partenza da vertice, quella della formazione del mandamento, prima del tracollo che ha decretato il cambio in panca. Buona la prima per il neo tecnico Santaniello, vincente per 2-1 nel confronto con il Club Ponte 98.

In chiusura il personale record Carotenuto, a caccia di quadra verso il giro di boa di stagione. 3 i cambi effettuati fin’ora, a partire dall’ingresso alla guida tecnica di Edoardo Gargiulo subentrato a seguito delle dimissioni di Telemaco Russo in principio di stagione. Prime buone impressioni non confermate nei risultati, con la svolta che si cerca ora attraverso Alfredo Arnone; stenta ad arrivare la continuità ma i primi risultati si sono visti. Primo obiettivo nel mirino l’uscita dalla zona playout, distante ora a soli 3 punti. Sullo sfondo il valzer continua.

Articoli correlati

Close