EccellenzaVN Calcio

Audax Cervinara – Convincente vittoria casalinga contro il Faiano

Capitan Befi protagonista nel 3-0 finale

L’Audax Cervinara non sbaglia, superando con il punteggio di 3-0 il Faiano, mantenendo così un buon posizionamento in zona playoff. Gli ospiti venivano da una vittoria prestigiosa tra le mura di casa, contro una squadra in salute, il Nola.

Pronti via, i padroni di casa si affacciano più volte dalle parti di Senatore, in ordine prima con il tiro da lontanissimo di Fusco messo in angolo, e poi con Russolillo, il cui sinistro è deviato sulla traversa.

Al 9′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla messa fuori dalla difesa del Faiano arriva sui piedi di Dragone, il quale scaglia un potente e preciso sinistro che si insacca alle spalle di Senatore, realizzando così il primo gol tra le fila dei bianco azzurri

Il Cervinara, conquistato il vantaggio, continua a macinare gioco, reclamando anche un calcio di rigore nel primo tempo.

Nel finale dei primi 45′ il Faiano potrebbe pareggiare se solo la sfortuna non avesse colpito gli avanti salernitani: gli attaccanti giunti in area di rigore dopo aver rubato palla, non riescono a gonfiare la rete protetta da Bruno.

Il secondo tempo vede il ritorno al gol di capitan Alessio Befi: “il toro” numero 10 è l’ottimo finalizzatore che al minuto 47′ su assist di Zerillo, di testa fa 2-0.

Ottenuto il raddoppio, il Cervinara non si ferma, impegnando non poco il portiere ospite Senatore: prima con un colpo di testa di Taddeo, ben respinto dal numero 1 e poi con lo schema che porterà al 3-0. Al 58′ i locali deliziano i presenti con uno schema da calcio di punizione: il finalizzatore è sempre il capitano Alessio Befi, ancora una volta di testa, batte Senatore per la doppietta personale.

In chiusura di match, Befi ha due buone occasioni per rimpinguare il proprio bottino in fatto di gol: in entrambi i casi però il duello è vinto da Senatore, il quale a tu per tu con l’attaccante di casa, non si lascia superare cristallizzando così il 3-0 finale.

Tags

Giorgio Lisio

Dopo Calciopoli è cambiato tutto, per me l'anno zero del pallone. Oggi mi emoziona il calcio locale, quel calcio fatto di pochi spicci e tantissima passione, un calcio fatto da pazzi che spendono oltre le proprie possibilità per assemblare la squadra "di paese". Questo è il calcio che mi piace, ruspante, genuino e forse ancora un po' romantico. Questo calcio dovrebbe far parte di tutti noi.

Articoli correlati

Close