Cronaca

Angri – Una macchia di colore in mezzo al niente

Viali colorati, note di colore per ravvivare il nero dell’asfalto, per creare quella armonia estetica in economia, per sopperire alle mancanze di una programmazione di rilancio del decoro urbano ad oggi impossibile per mancanza di fondi.

Così la piazzetta di via Cervina ad Angri si è colorata di verde e di blu; colori non decisi per esigenze estetiche ma ottenuti utilizzando le vernici utilizzate per il rifacimento delle strisce blu dei parcheggi e degli stalli gialli per i disabili. In pratica l’ufficio lavori pubblici ha utilizzato le scorte per dare una mano di colore ai giardini soggetti a lavori di ristrutturazione dei viali, coprendo quel nero antiestetico dell’asfalto, regalando un buon colpo d’occhio alla piazzetta che adesso aspetta il rifacimento delle aiuole che interesserà il settore ambiente.

Non sono mancate le critiche verso l’iniziativa che è stata attuata con semplicità nella convinzione di fare cosa gradita ai cittadini residenti. I gusti sono gusti, ma nel caso specifico la colorazione spartana può rappresentare anche un modo di recupero estetico in mancanza di fiori e piante vere, ormai da tempo assenti nelle aiuole rinsecchite e mal curate.

Un primo passo per ridare colore ad un grigiore generale che ha circondato la città che sopravvive per inerzia alla quotidianità fatta di niente. Ben vengano le iniziative sviluppate in economia senza sprechi e non perfettamente estetiche, con le critiche da destinare alle spese folli per feste e festini che da ottobre ad oggi hanno toccato quota 204mila euro.

Un record! Soldi che avrebbero potuto produrre il totale recupero delle aree di incontro per la collettività, che in città sono tante e che sono state lasciate nel completo abbandono o trasformate in aiuole malcurate per mancanza di fondi.

Tags

Articoli correlati

Close