Cronaca

Angri – Sindaco e vice-sindaco a processo per diffamazione

Il sindaco Pasquale Mauri e il vice presidente del consiglio Marcello Ferrara a processo per diffamazione. I fatti risalgono al 2005 quando, nel corso di un consiglio comunale, avevano inveito contro Sara Tufano, direttrice generale della Angri Eco Servizi. Le dichiarazioni furono registrate e trasmesse Da un emittente televisiva.

Dovranno difendere la loro posizione davanti al Got Raviotti del Tribunale di Nocera Inferiore.

Pasquale Mauri parlò della Tufano in questi termini: “Vi gestite le assunzioni in modo che neanche i peggiori politici della prima Repubblica pensavano di fare, voi fate lavorare amici, compari e figliocci”. Ferrara invece dichiarò: “Sara Ferguson, così chiamò la Tufano, non solo non sei capace, ma sei poco attenta sul territorio, vogliamo imbrogliare la gente e non dare i servizi, questa Sara Ferguson si mette i soldi in tasca e io mi metto la spazzatura in tasca, lo certifico con certezza matematica”.

Parole che portarono la Tufano a querelare entrambi.

Secondo l’accusa la critica politica si era trasformata in un attacco alla persona ingiustificato, davanti a numerose persone presenti nell’aula consiliare e ai tanti telespettatori che avevano seguito la differita del consiglio in tv.

Il Got Raviotti è ancora in attesa di acquisire le registrazioni dell’emittente televisiva Teleangri.

L’attuale sindaco Mauri è tuttora oggetto di un’inchiesta per corruzione per aver fatto assumere i figlio nella Soget, la società che gestisce la riscossione dei tributi per conto del Comune.

All’epoca furono emessi due avvisi di garanzia per il sindaco e per la legale rappresentante della società Maria Piccoli. La richiesta arresto fu respinta dal Gip, ma l’inchiesta continua con le indagini portate avanti dal Pm Roberto Lenza.

Tags

Articoli correlati

Close