Cronaca

Angri – Puc: in attesa delle osservazioni, nuove consulenze

Piano Urbanistico Comunale ad Angri. Ormai lo strumento in lavorazione dal 2010, è stato adottato dal Consiglio comunale ed è in attesa delle osservazioni di singoli cittadini e associazioni, che potranno evidenziare incongruenze e proporre soluzioni. Pareri non vincolanti per l’Ente.

Dopo il lungo iter di quasi sei anni, gli studi commissionati, si pensava che l’ente aveva prodotto un piano ormai completo nelle sue funzioni tecniche, chiuso nella generalità delle varie componenti. Invece una determina dirigenziale, la 817/2016 di oggi 26 ottobre, ha riaperto la prosecuzione delle attività di redazione del Piano Urbanistico Comunale.

La nuova amministrazione, sin dal suo insediamento, ha dedicato attenzione al Piano e agli atti prodotti, chiedendo al dipartimento universitario uno Studio Socio Economico, ad integrazione delle conoscenze poste alla base della proposta definitiva del Puc, uno studio che è giunto a palazzo di città il 18 gennaio scorso, e approvato successivamente in Giunta. Poi l’adozione in Consiglio e la successiva determina dirigenziale che ha previsto un impegno di spesa di 6500 euro in favore di un agronomo per l’adeguamento della Carta dell’Uso Agricolo del Suolo, e per 50mila euro per il completamento delle attività di consulenza tecnico-scientifica da parte del Centro Interdipartimentale per la ricerca dell’Università degli studi di Napoli Federico II. Capitoli di spesa che rientrano nelle competenze del fondo pluriennale vincolato.

Dunque altre spese per un Piano ancora work in progress, che lascia aperto ampi spazi di riflessione sulla completezza dello strumento sviluppato. Uno strumento urbanistico che prima di essere approvato, ha prodotto e produce ancora costi per la comunità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close