Cronaca

Angri – Castello Doria, polo culturale della Valle del Sarno

Un incontro istituzionale per parlare del futuro del castello Doria ad Angri. Un oggetto di discussione per anni affrontato, relazionato, analizzato con convegni a tema, ma restato sempre senza soluzioni, senza azioni concrete per destinare il Castello a soli scopi culturali. L’argomento è stato sempre al centro dei dibattiti culturali di politici e associazioni. Un problema sentito e più volte affrontato, dopo l’ultima ristrutturazione che ha liberato l’antico palazzo dagli uffici comunali. Un passo importante è null’altro. Dal 2010 ad oggi la struttura ha ospitato pochi eventi culturali e molte iniziative commerciali, ludiche e feste private, senza mai valutare la concreta possibilità di utilizzare gli spazi per l’unica destinazione d’uso naturale che il castello merita.

Da questa mattina, forse, è stato tracciato un solco con il passato nel rispetto della storia. L’amministrazione Ferraioli, lenta e poco visibile ai tanti, inizia a spulciare gli appunti di viaggio che erano stati appuntati nel programma elettorale. Alla voce Castello è stata dedicata attenzione, puntando ad incontri istituzionali di livello con i responsabili diretti della Soprintendenza. Questa mattina Antonio Braca è stato ricevuto dal sindaco e dall’assessore alla cultura, per definire le nuove forme indirizzate alla valorizzazione del Castello Doria.

Una diretta sinergia con gli enti di competenza, che potrà consentire all’ente di sviluppare idee e soluzioni facendo della struttura un nuovo polo culturale per l’intera Valle del Sarno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close