Politica

Angri – Canile, bando revocato

Il canile comunale ad Angri resta ancora senza una nuova gestione. Il bando di gara che doveva assegnare, per i prossimi due anni, la cura dei sessanta cani presenti nella struttura, è stato revocato dall’amministrazione, per la partecipazione ad un bando regionale con relativo finanziamento. Al momento il canile viene gestito in regime di proroga. Ma per il consigliere di opposizione Cosimo Ferraioli, le decisioni prima adottate e poi ritirate inducono a pensare in merito all’azione dell’ente di piazza Crocifisso.

La revoca della gara per il ricovero e il mantenimento dei cani randagi e per la gestione del canile è stata sancita dalla delibera di giunta n. 27 del 7 febbraio scorso. Un bando che prevedeva un importo a base di gara di 85mila e 848 euro, per la duratra di due anni e per un massimo di 60 cani al costo unitario di 1euro e 96 centesimi, e che aveva come scadenza le ore 12 dell’undici febbraio. Due le associazioni che hanno inoltrato domanda di partecipazione, ma l’enta ha successivamente valutato la presentazione di una domanda per la concessione di un contributo regionale per l’ampliamento della struttura di via Santa Lucia.

Ad oggi i cani sono affidati alle cure dei volontari che nel tempo hanno reso usufruibile il canile determinando orari di accesso alla struttura e dando un ricovero adeguato agli animali che hanno ritrovato gioia.

Tags

Articoli correlati

Close