EccellenzaVN Calcio

Afragolese – Rimonta al cardiopalma, con il Monte di Procida finisce 3-3

Del Sorbo ed Incoronato conquistano un punto, esonerato Borrelli

Lo svantaggio, la più classica delle rimonte ed un palo a tempo scaduto: una gara a cavallo tra suicidio e sfortuna quella dell’Afragolese, che contro il Monte di Procida conquista un punto che è più amaro della sconfitta. Applausi per gli ospiti, autori di una gara maiuscola al cospetto di una formazione più che quotata.

La partita si apre con gli ospiti in avanti: al 5’ Valoroso prova subito ad impensierire Mola, ma il suo colpo di testa finisce fuori. Dopo lo spavento, l’Afragolese comincia a macinare gioco ed al 21’ sbloccano il match grazie ad un calcio di rigore: Pesce in area viene atterrato da Coppola e Manzo trasforma dagli 11 metri.

La gara è viva e le squadre rispondono colpo su colpo: al 30’ ci prova Lucignano, ma Mola è attento, poi 4’ più tardi né Incoronato, né Manzo riescono ad intervenire sul traversone di Scielzo.

Al 41’ sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi, sempre con il solito Lucignano: il diagonale dell’avanti ospite impegna severamente Mola, che smanaccia in angolo. Il Procida merita il pareggio, che si concretizza all’ultima azione utile del primo tempo: è il 45’, Coppola scappa sulla destra e serve Lucignano, che anticipa tutti e segna il goal del momentaneo 1-1.

Il goal del pari è una spallata psicologica importante per l’Afragolese: non passa nemmeno un minuto dall’inizio della ripresa infatti che i rossoblù regalano il goal del raddoppio al Monte di Procida: Noviello consegna palla a Palma, che s’invola verso Mola e lo batte, mettendo a segno il raddoppio ospite.

Il numero 11 è però croce e delizia: 10 minuti più tardi guadagna anticipatamente la doccia per somma di ammonizioni. L’Afragolese, ottenuta la superiorità numerica, ci crede di più: al 60’ ci prova Pesce di testa, comoda la parata di Carezza. Pochi minuti più tardi Scielzo da destra trova il neo entrato Del Sorbo, che sempre di testa impegna con maggior difficoltà Carezza.

Il Monte di Procida si difende con ordine e sornione trova il tris su azione di contropiede, conclusa da Coppola che con un grandissimo tiro al 79’ fa 1-3.

Sembra spegnersi la luce per i rossoblù, ma Del Sorbo non ci sta e si mette l’Afragolese sulle spalle: è l’87’ quando il bomber trova il suo decimo goal in campionato. Nel terzo dei minuti di recupero ci pensa Incoronato a trovare il goal del definitivo pareggio, insaccando di testa la palla che ristabilisce l’equilibrio. Una gara dalle mille emozioni che viene chiusa dall’azione che meglio sintetizza il match: allo scadere è ancora Incoronato protagonista, ma l’attaccante viene fermato dal palo.

Finisce con quest’ultima emozione la partita: per il Monte di Procida un ottimo punto che gli consente di mettersi a +2 sulla Maddalonese, che attualmente apre la griglia playout. Per l’Afragolese un’altra partita da dimenticare, ed alla fine paga per tutti mister Borrelli, esonerato in serata dalla dirigenza rossoblù.

Tags

Articoli correlati

Close