VN Cultura

Acerra – Gli studenti “adottano i monumenti” e diventano guide turistiche della città

Ad Acerra, grande successo di partecipazione per il progetto “Maggio dei monumenti” della “Rete scolastica della legalità”, che ha deciso di far adottare agli alunni delle scuole i luoghi della cultura locale.

Circa 300 persone hanno visitato il Museo di Pulcinella all’interno del quale facevano da guide gli alunni del II Circolo didattico, il Museo del Folklore e della Civiltà contadina con gli alunni del III circolo didattico, il Museo Diocesano dove facevano da cicerone gli studenti del Liceo “De’ Liguori”, mentre gli alunni del I Circolo didattico erano intenti ad illustrare la sana agricoltura all’interno del giardino del Castello Baronale con gli agricoltori dell’associazione Ari.Amo.

Alla manifestazione hanno aderito 10 istituti scolastici fra scuole elementari, medie e superiore. Il progetto è nato con lo scopo di sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto, alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale della città di Brindisi.

Tra i visitatori anche il sindaco di Caivano Antonio Falco, che ha avuto parole lodevoli per il lavoro delle piccole guide. Il Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, che lo accompagnava, ha dichiarato: «La nostra identità non andrà persa grazie a manifestazioni come queste che servono a preservare e valorizzare il nostro Castello Baronale, i nostri monumenti e musei, e le nostre opere d’arte. Sarà l’occasione per riscoprire questo patrimonio storico-architettonico che non deve essere trascurato. I ragazzi si sono trasformati in sentinelle e guide turistiche per raccontare la storia di alcuni monumenti di Acerra. Questo progetto della “Rete scolastica della legalità”, supportata da tutte le associazione locali coinvolte – ha sottolineato Lettieri – si è pian piano allargato, abbracciando numerosi aspetti per sensibilizzare le giovani generazioni su varie tematiche legate alla giustizia e alla legalità».

Tags

Articoli correlati

Rispondi

Close